Tag / lazio
Il 10 ottobre, visite gratuite all’area archeologica di via Nomentum-Eretum (Roma)
L**“Archeoclub d’Italia** Onlus sede Mentana-Monterotondo comunica che domenica 11 ottobre dalle ore 10 alle ore 13 sarà possibile visitare gratuitamente l’area archeologica della via Nomentum-Eretum in località Tor Mancina, all’interno della Riserva Naturale Macchia di Gattaceca e Macchia del Barco. L’area archeologica si trova in via di Castelchiodato snc, all’interno dell’Istituto Sperimentale per la Zootecnia di Monterotondo. Indicazioni stradali: Per chi viene da Monterotondo: 1 km circa dopo il cimitero di Monterotondo, in direzione Mentana.
2009/09/23    
Presentato il “Guerriero di Torre Astura” una straordinaria sepoltura del III millennio a.C.
Presso la caserma La Marmora di Roma si è tenuta una conferenza stampa nel corso della quale sono state illustrate, con immagini e fotografie, le fasi di una delicata attività condotta dal personale del Reparto Operativo nel litorale del basso Lazio, all’altezza della località denominata Osservatorio Cortese, che ha consentito l"eccezionale scoperta di un’antica tomba, risalente al III millennio a.C., appartenuta ad un guerriero di epoca preistorica, e l’individuazione di un sito dove sorgeva una necropoli inedita al mondo scientifico.
2009/08/17    
Viterbo – “La Tuscia nella preistoria e protostoria” il 30 gennaio
[Viterbo] – Continuano presso la Sala Gatti gli Incontri Culturali di Archeologia, organizzati dalle Associazioni Archeotuscia e GAR-Sezione di Viterbo. Mercoledì 30 gennaio con inizio alle ore 17, sarà la volta di Giuseppe Occhini che parlerà della “Tuscia nella preistoria e protostoria”, mentre Mario Tizi approfondirà i misteri ancor oggi irrisolti della “Grotta della Regina” di Tuscania. Tutti sono invitati ad iscriversi ai corsi, intervenendo qualche minuto prima del loro inizio.
2008/01/29    
Al museo di Colleferro i reperti recuperati dalla GdF
Al Museo Archeologico del Territorio Toleriense di Colleferro sono stati affidati i preziosi reperti sequestrati poco tempo fa dalla Guardia di Finanza a San Cesareo. Si tratta di ben 11 pezzi, considerati di grande interesse archeologico, che gli uomini del Comando di Tenenza della Guardia di Finanza di Colleferro, agli ordini del Ten. Giancarlo Urciuoli, dopo esserne entrati in possesso hanno consegnato alla Soprintendenza per i beni Archeologici del Lazio nella persona dell’Ispettrice di Zona Marisa De Spagnolis.
2007/12/11