Arrestato tombarolo

Roma, 20 settembre 2007 – Ancora tombaroli nel mirino della Guardia di Finanza. Un sarcofago d’età imperiale e il suo splendido corredo di pietre preziose e monili in oro, pronto per essere immesso sul mercato clandestino, e’ stato recuperato dalla Guardia di finanza nell’ambito di una operazione di contrasto agli scavi clandestini e al traffico illecito di reperti archeologici. Gli uomini delle Fiamme gialle del comando provinciale di Roma erano da tempo sulle tracce di un’organizzazione criminale che immetteva sul mercato clandestino reperti archeologici provenienti dal saccheggio di antichi sepolcri o da scavi non autorizzati.

Il colpevole dell’azione criminosa era un impiegato edile che, secondo la Guardia di finanza, era in attesa di stabilire contatti con intermediari per immettere il tesoro sul mercato clandestino dei reperti archeologici. Dopo la perizia dei funzionari della Soprintendenza per i Beni Archeologici di Ostia Antica e dopo un meticoloso restauro il sarcofago sarà ospitato nel museo della civiltà ostiense mentre il suo prezioso corredo, pienamente integro, verrà collocato all’interno dell’ ”antiquarium”.

Fonte:
http://redazione.romaone.it/4Daction/Web_RubricaNuova?ID=90375&doc=si


Ultima modifica 2007/09/24