Convegno “Stintino tra terra e mare”, tra preistoria e tonnare

Il territorio di Stintino (Ss) dall’epoca preistorica alla fondazione del paese e l’importanza del ruolo della Tonnara: saranno questi alcuni dei temi che saranno trattati sabato 4 settembre al convegno di studi ”Stintino tra terra e mare”, in programma nella sala consiliare alle 16.

Il convegno, che e’ organizzato dal Centro studi sulla civilta’ del mare con il patrocinio del Comune di Stintino, si aprira’ con i saluti del primo cittadino, Antonio Diana, quindi sara’ compito del presidente del Centro studi sulla civilta’ del mare, Salvatore Rubino, aprire i lavori e all’assessore alla Cultura Antonella Mariani invece introdurre i relatori.

Ad aprire il ciclo di relazioni sara’ Elisabetta Alba con un intervento sul territorio di Stintino in epoca preistorica e protostorica. Sara’ quindi la volta di Alessandro Teatini che illustrera’ al pubblico la situazione del territorio di Stintino in eta’ romana, attraverso una serie di appunti e suggestioni ”per un’archeologia tra terra e mare”. I due studiosi Alessandro Soddu e Franco G.R. Campus invece si soffermeranno sulla Nurra nel medioevo tra storia e archeologia.

Anna Segreti Tilocca invece parlera’ dell‘importanza degli archivi pubblici e privati per la storia di una comunita’. A Mara Maoddi e Silvia De Franceschi sara’ affidato il compito di illustrare la fruizione e valorizzazione digitale dell’archivio della Tonnara Saline. Con Gabriella Mondardini si parlera’ di imbarcazioni con la relazione sulle barche e il sacro: il battesimo di una barca a Stintino. Salvatore Rubino ed Esmeralda Ughi spiegheranno al pubblico il passaggio dal Museo della Tonnara al museo di comunita’. Chiuderanno gli interventi Carlo Gabriele Callari e Melania Bugiani che parleranno del nuovo museo di Stintino e della necessita’ di preservare e riscoprire l’identita’ locale.

Fonte:

http://www.libero-news.it/regioneespanso.jsp?id=479112




Trackback this Post |