Guide turistiche – Tegola per i laureati triennali

Segnaliamo un articolo recentemente apparso sul portale www.rivistaonline.com che cerca di fare chiarezza sulla nuova legge 40/07 (già decreto Bersani) in merito alla professione di guida turistica.

In pratica, si esclude la possibilità di accedere alla professione alle lauree triennali cioè ad un buon numero di laureati che hanno spesso studiato esplicitamente per questa professione: esemplare il caso di Scienze del turismo. Quando, c’è da notarlo, in precedenza per accedere al concorso per l’esercizio della professione bastava un diploma qualsiasi di scuola media superiore!

Leggi tutto l’articolo

A questo punto, a tutti i laureati triennali come Valentina, non resta che attendere nuovi pronunciamenti del Comitato Universitario Nazionale e sperare …




3 commenti o segnalazioni

  1. Francesco on 12 gen 2008 at 9:49 am

    Il problema grosso è che spesso e volentieri le cooperative che si occupano dei siti archeologici sono gestite da personale che non ha nessuna esperienza nel settore, con lauree in materie completamente diverse. Questo lo so per esperienza. Il politico di turno appoggia l’amico. Viviamo in un Paese in cui la meritocrazia non conta nulla.

  2. arjuna on 12 gen 2008 at 11:19 am

    @Franceso
    sintomatico poi il fatto che vengano assunti come capo scavo architetti e ingegneri e non archeologi …

  Questo articolo è segnalato da:

  1. diggita.itgennaio 11, 2008 @ 2:09 pm

Commenta la notizia

Trackback this Post | Feed on comments to this Post