Resoconto del Convegno “L’archeologia ad Enna tra ricerca e valorizzazione”

Enna – La scoperta delle strutture delle fasi trecentesche del castello di Lombardia, quella dei preziosi mosaici di probabile fattura africana della villa romana di contrada Geraci, i dettagli sulla necropoli di contrada Piano della Corte ad Assoro. Queste e molte altre novità sugli scavi nel territorio ennese sono state le protagoniste della tre giorni di lavori del convegno “L’archeologia ad Enna, tra ricerca e valorizzazione” che, domenica 14 ottobre, ha chiuso le manifestazioni organizzate dalla Provincia Regionale nell’ambito delle attività dell’Ente Biennale di Archeologia.

Dopo la ricostruzione della storia archeologica del territorio dalla nascita della soprintendenza ai beni culturali di Enna, e l’auspicio del prof. Pettinato (ordinario di assiriologia all’università Kore di Enna), che ha introdotto il convegno, di dare maggiore spazio agli archeologi locali, sabato e domenica sono stati i giorni clou nei quali studiosi di tutto il mondo hanno fatto il punto delle ultime missioni di scavo a partire da quelle della stessa soprintendenza negli anni 2005-2007. Tra queste le strutture delle fasi trecentesche del castello di Lombardia, i mosaici della villa romana di contrada Geraci, la statio romana di Casalgismondo per la quale sono stati momentaneamente fermati i lavori di realizzazione della diga di Pietrarossa e la necropoli di contrada Piano della Corte ad Assoro.  (leggi tutto l’articolo su www.vivienna.it)

Leggi il comunicato stampa del convegno




Un commento o segnalazione

  Questo articolo è segnalato da:

  1. diggita.itottobre 18, 2007 @ 12:50 pm

Commenta la notizia

Trackback this Post | Feed on comments to this Post