Corso gratuito per “Tecnico per la conservazione dei beni culturali” a Acqui Terme

Per l’anno formativo 2007/2008 Enaip Acqui Terme ha deciso di riproporre un corso gratuito di specializzazione per diplomati, che negli anni precedenti ha riscosso molto successo. Si tratta del “Tecnico per la conservazione dei beni culturali”, percorso della durata di 800 ore, di cui 320 di stage, che rilascia un attestato di Specializzazione provinciale. Tre le aree fondamentali idi intervento: beni architettonici, opere pittoriche e opere lignee.

La figura in oggetto realizza interventi diretti sui materiali costitutivi di un bene culturale e opera nel rispetto dei principi della conservazione, della collocazione storica e temporale dell’opera, dei valori tecnici e creativi espressi all’artista. Propedeutiche all’intervento sono le analisi sullo stato di conservazione dell’opera e sulle condizioni ambientali, materiali e tecniche del reperto e la compilazione di una scheda tecnica di intervento. A questa prima ricognizione fa seguito l’intervento, teso a eliminare o arrestare il danno rilevato, che si concretizza nell’individuazione di mezzi e procedimenti più opportuni al fine dell’esaltazione delle specificità del reperto, la sua pulitura, la reintegrazione delle parti colpite e l’applicazione di materiali protettivi.

Il tecnico può trovare lavoro presso i laboratori di restauro delle Sovrintendenze per i beni artistici e storici, per i beni librari e archivistici, per i beni archeologici. Sono inoltre possibili impieghi all’interno dei musei civici e nelle gallerie d’arte. Un’altra opportunità di lavoro è offerta dalle botteghe artigiane di restauro, cui la Pubblica amministrazione affida in appalto interventi di recupero.

La discrezionalità nello svolgimento di un intervento di recupero o conservazione è ampia, soprattutto dal punto di vista operativo, ma può richiedere il supporto di altre professionalità (architetto, storico dell’arte, archeologo). Oltre a queste figure professionali, il Tecnico può avere rapporti con archivisti, bibliotecari e quanti sono incaricati della conservazione e tutela dei beni culturali; anche chimici, biologi e fisici, a seconda dell’intervento da realizzare.

Per informazioni e iscrizioni:

Via Principato di Seborga 6, tel. 0144/313413, da lunedì a venerdì, 8-13 e 14-18, il sabato dalle 8 alle 13, csf-acquiterme@enaip.piemonte.it

Fonte:

http://www.enaip.piemonte.it/index.php?mod=news&act=dettaglionotizia&id=1815




Un commento o segnalazione

  Questo articolo è segnalato da:

  1. diggita.itottobre 8, 2007 @ 1:14 pm

Commenta la notizia

Trackback this Post | Feed on comments to this Post